difficoltà:
giornate: 2
quota*:EUR 180 / persona

White Wild Weekend sull'altopiano delle pale di San Martino
Pale di San Martino

White Wild Weekend  sull

Due giorni full immersion nel selvaggio mondo dell’altopiano delle pale di San Martino dedicati allo scialpinismo, alle tecniche di autosoccorso e prevenzione degli incidenti in valanga ma anche al divertimento. Il rifugio Pedrotti fornira’ il supporto necessario per il ristoro e la lezione serale  mentre la notte vivremo la magica esperienza di dormire all’interno di una vera e propria truna.

Primo Giorno: ritrovo e check materiali. Nell’ambito di una breve gita scialpinistica verranno trattati temi quali la valutazione del manto nevoso, l’individuazione dei pericoli, la scelta della traccia di salita e discesa e l’autosoccorso in valanga (allestimento di un campo artva con prove individuali a tempo). Vedremo insieme le tecniche per costruire una truna  e come organizzare un bivacco d’emergenza. Seguira’ poi una lezione teorica dentro il rifugio su temi quali: neve, valanghe e metodi di riduzione dei rischi.  Cena in rifugio e notte in truna.  

Secondo giorno: Colazione e gita scialpinistica in val canali/val pradidali. Rientro a San Martino mediante taxi

Gruppo montuoso: Pale di San Martino

Dislivello: +200m -1300m

Tempo di percorrenza:
primo giorno: 11 ore
secondo giorno: 7 ore

Difficoltà: MS

Numero minimo partecipanti: 4

Numero massimo partecipanti: 6

Equipaggiamento: ARTVA, pala e sonda, picozza, ramponi - sci, attacchi (con rampant), scarponi e pelli di foca (in ottime condizioni di colla!) - giaccavento impermeabile, pile pesante, indumenti termici a pelle, guanti (2 paia), occhiali da sole e maschera - indumenti di ricambio - borraccia (thermos) - macchina fotografica

La quota comprende: Guida Alpina, servizio di mezza pensione presso la/e struttura/e ricettiva/e proposta/e, assicurazione a carico della guida/accompagnatore. La quota non comprende: , noleggio materiali, servizi di trasporto, mance, extra personali e tutto quanto non espressamente menzionato in 'la quota comprende'.

White Wild Weekend  sullWhite Wild Weekend  sull
VAI ALLA SCHEDA >
Organizzatore:
Guide Alpine di S. Martino di Castrozza e Primiero
cell: +39 328 8743 739
e-mail: eric.girardini@dolomites-adventure.com

Clausola di esclusione responsabilità: Il materiale presente sul portale è costituito da informazioni fornite dai singoli operatori. Le indicazioni in esso contenute potrebbero non essere esaustive, complete e/o aggiornate. Il portale non ha alcun controllo e non si assume alcuna responsabilità sui contenuti e servizi forniti dai singoli operatori.

QUAL E' IL PERIODO MIGLIORE?

Da dicembre a marzo, secondo le condizioni meteo.

Prenota subito la tua uscita chiamando Guide Alpine di S. Martino di Castrozza e Primiero al numero +39 328 8743 739 o inviando un'email all'indirizzo eric.girardini@dolomites-adventure.com

VAI AL CALENDARIO >

QUAL E' IL LUOGO DI RITROVO?

Dolomiti - Trentino-Alto Adige
zona: Valle di Primiero
San Martino di Castrozza (Trento) - Stazione a valle della cabinovia Colverde

[Localizza sulla mappa il luogo di ritrovo.]

Scala Difficolta' Scialpinismo

» Difficoltà per sciatore

MS: per medio sciatore.
Terreno caratterizzato da pendii aperti di pendenza moderata e dislivelli contenuti.

BS: per un buon sciatore.
Terreno con inclinazione fino a 30-35°; lunghezza e dislivelli discreti. In taluni punti si richiede una buona tecnica di discesa.

OS: per un ottimo sciatore.
Terreno ripido, tratti esposti, passaggi obbligati, lunghezza e dislivelli sostenuti; in taluni punti si richiede di curvare e arrestarsi in breve spazio e nel punto voluto.


» Difficoltà per sciatore alpinista

MSA: per medio sciatore alpinista.
Per raggiungere la cima potrebbero essere necessario proseguire a piedi su percorso di roccia o misto.

BSA: per buon sciatore alpinista.
L'itinerario oltre all'impiego sciistico richiesto a un BS, presenta anche caratteri alpinistici come percorsi di ghiacciaio, di creste o di tratti rocciosi.

OSA: per ottimo sciatore alpinista.
L'itinerario oltre all'impiego sciistico richiesto a un OS, presenta anche caratteri alpinistici come percorsi su ghiacciaio, di creste, di tratti rocciosi o di crepacce terminali.


» Difficoltà in discesa

S1: facile itinerario che non richiede tecnica particolare per muoversi in sicurezza.

S2: ampi pendi o valloni, pendenza fino a 25°.

S3: pendii fino a 35°, necessita una buona tecnica di discesa su ogni tipo di neve.

S4: pendii fino a 45° senza forte esposizione; 30°- 40° con forte esposizione o passaggi stretti. Necessita di un'ottima tecnica sciistica.

S5: pendii da 45° a 50° senza forte esposizione; a partire da 40° con forte esposizione o passaggi stretti.

S6: pendii oltre i 55° senza forte esposizione; a partire da 50° con forte esposizione, come spesso avviene.

S7: passaggi a 60° o oltre, salto di fasce rocciose su terreno ripido e esposto.

    scialpinismo e telemark

    In calendario

DA - Dolomites Adventure ® è un marchio registrato di Communication Management di Cristina Del Favero. Ogni diritto è riservato.