difficoltà:
giornate: 6

Attraversata delle Dolomiti

Attraversata delle Dolomiti

Mitica traversata da San Martino di Castrozza a Cortina d’Ampezzo che ripercorre gli itinerari fatti dalle guide alpine già negli inverni di metà novecento.

A differenza dei pionieri di questo percorso si utilizzano anche gli impianti di risalita, integrando le salite con le pelli di foca o a piedi, sci in spalla. Vengono sciati i canali e i pendii nei gruppi più belli delle Dolomiti: Pale di San Martino, Falcade e Col Margherita, Marmolada e Cima Uomo, Arabba e Padon, Pordoi e Sella, Falzarego e 5 torri, Tofane e Cristallo.

I trasporti dei bagagli e le mezze pensioni nei rifugi di montagna e negli alberghi sono organizzati dalla guida e compresi nel prezzo.

Gruppo montuoso: Dolomiti: Pale di San Martino, Marmolada, Arabba, Marmolada, Sella, Lagazuoi, 5 Torri, Tofane, Cristallo

1° giorno: da San Martino di Castrozza al Passo San Pellegrino: salita al Rosetta cogli impianti e discesa a Gares per la Val Bona, pranzo e spostamento a Molino, salita al Col Margherita, discesa per la parete Nord e pernottamento al Passo San Pellegrino.  Alternativa: Salita alla Vezzana e discesa al bivacco Brunner, salita ai Bureloni e discesa per il ripido Canale omonimo, oppure per il Passo delle Farangole e poi per il Passo del Mulaz fino a Falcade. Pernottamento al Rifugio Fuciade.

2° giorno: salita con le pelli al Passo Forca Rossa e discesa per Malga Ciapela, Freeride in Marmolada e pernottamento al Rifugio Pian dei Fiacconi.

3° giorno: spostamento con impianti ad Arabba e Pordoi, Salita al Piz Boè e discesa per la Val delle Fontane e altri Canali della zona; pernottamento al Passo Pordoi, albergo Savoia.

4° giorno: Val de Mesdì o Val Setus e freeride in Zona Corvara. pernottamento in Garnì a Corvara.

5° giorno: Salita e discesa del mitico Canale Valscura del Sassongher, poi spostamento con impianti in zona Falzarego  e pernottamento al rifugio Lagazuoi.

6° giorno: Freeride a Cortina e Cristallo, rientro in serata a San Martino di Castrozza, cena all’albergo Regina, sauna e idromassaggio by night sotto le stelle .

Difficoltà: media

Numero minimo partecipanti: 6

Costo: 1200 a persona

 

Equipaggiamento: ARTVA, pala e sonda, picozza, ramponi - sci, attacchi (con rampant), scarponi e pelli di foca (in ottime condizioni di colla!) - giaccavento impermeabile, pile pesante, indumenti termici a pelle, guanti (2 paia), occhiali da sole e maschera - indumenti di ricambio - borraccia (thermos) - macchina fotografica

La quota comprende: Guida Alpina, servizio di trasporto (vedi dettaglio in scheda), assicurazione a carico della guida/accompagnatore. La quota non comprende: servizio di mezza pensione presso la/e struttura/e ricettiva/e proposta/e, noleggio materiali, mance, extra personali e tutto quanto non espressamente menzionato in 'la quota comprende'.

Attraversata delle Dolomiti  Attraversata delle Dolomiti  Attraversata delle Dolomiti  Attraversata delle Dolomiti  Attraversata delle Dolomiti  Attraversata delle Dolomiti  Attraversata delle Dolomiti

Clausola di esclusione responsabilità: Il materiale presente sul portale è costituito da informazioni fornite dai singoli operatori. Le indicazioni in esso contenute potrebbero non essere esaustive, complete e/o aggiornate. Il portale non ha alcun controllo e non si assume alcuna responsabilità sui contenuti e servizi forniti dai singoli operatori.

Scala Difficolta' Scialpinismo

» Difficoltà per sciatore

MS: per medio sciatore.
Terreno caratterizzato da pendii aperti di pendenza moderata e dislivelli contenuti.

BS: per un buon sciatore.
Terreno con inclinazione fino a 30-35°; lunghezza e dislivelli discreti. In taluni punti si richiede una buona tecnica di discesa.

OS: per un ottimo sciatore.
Terreno ripido, tratti esposti, passaggi obbligati, lunghezza e dislivelli sostenuti; in taluni punti si richiede di curvare e arrestarsi in breve spazio e nel punto voluto.


» Difficoltà per sciatore alpinista

MSA: per medio sciatore alpinista.
Per raggiungere la cima potrebbero essere necessario proseguire a piedi su percorso di roccia o misto.

BSA: per buon sciatore alpinista.
L'itinerario oltre all'impiego sciistico richiesto a un BS, presenta anche caratteri alpinistici come percorsi di ghiacciaio, di creste o di tratti rocciosi.

OSA: per ottimo sciatore alpinista.
L'itinerario oltre all'impiego sciistico richiesto a un OS, presenta anche caratteri alpinistici come percorsi su ghiacciaio, di creste, di tratti rocciosi o di crepacce terminali.


» Difficoltà in discesa

S1: facile itinerario che non richiede tecnica particolare per muoversi in sicurezza.

S2: ampi pendi o valloni, pendenza fino a 25°.

S3: pendii fino a 35°, necessita una buona tecnica di discesa su ogni tipo di neve.

S4: pendii fino a 45° senza forte esposizione; 30°- 40° con forte esposizione o passaggi stretti. Necessita di un'ottima tecnica sciistica.

S5: pendii da 45° a 50° senza forte esposizione; a partire da 40° con forte esposizione o passaggi stretti.

S6: pendii oltre i 55° senza forte esposizione; a partire da 50° con forte esposizione, come spesso avviene.

S7: passaggi a 60° o oltre, salto di fasce rocciose su terreno ripido e esposto.

DA - Dolomites Adventure ® è un marchio registrato. Ogni diritto è riservato.